Neuroestetica, uno studio evidenzia il pregiudizio inconscio verso l’impiego dell’intelligenza artificiale in un contesto artistico

ROMA – Una nuova ricerca di neuroestetica (la scienza che studia le basi neurobiologiche della percezione del bello nelle opere d’arte), coordinata per Sapienza da Fabio Babiloni e da Giulia Cartocci del Dipartimento di Medicina molecolare, ha dimostrato come le persone nutrano un pregiudizio inconscio nei confronti dell’intelligenza artificiale in un contesto artistico, in particolare…

The post Neuroestetica, uno studio evidenzia il pregiudizio inconscio verso l’impiego dell’intelligenza artificiale in un contesto artistico first appeared on Arte Magazine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *